• PERCHÉ

    Io credo nei TALENTI.

    Credo che farli emergere, mettendoli a disposizione degli altri, dia senso al nostro viaggio.

     

    Io ho fatto una SCELTA, quella di non accontentarmi di un mondo standardizzato al ribasso, spezzettato in mille frammenti.

    So che questa scelta è difficile perchè la vivo sulla pelle tutti i giorni.

    E tuttavia porta a risultati impensabili, passo dopo passo.

    Così ho raccolto i cocci di quei frammenti, li ho messi insieme in una Visione e ho cominciato a tracciare la mia rotta.

    Percorrerla da' sensazioni indescrivibili di aria tersa, sapori che credevo non esistessero.

    Tali emozioni superano tutte le paure, non le eliminano, ma le fanno dimenticare.

     

    Poi cadi e le paure tornano, perchè nel fango non respiri.

    Allora sorridi dentro, ti rialzi, osservi la tua sagoma impressa nella terra e ti senti pronto a ripartire.

    Questo è il mio viaggio dell'EROE.

    Ho accettato la chiamata nel 2006 e da allora non ho più smesso di camminare.

    Dal 2010 lo chiamo il secondo tempo della mia vita.

  • ***

    Chiariamoci: non recrimino per il primo tempo. Non cambierei nulla: ciò che ho fatto è servito a portarmi dove sono ora. Ogni errore è servito per apprendere, crescere, evolvere, non butto nulla, come il mangiare ... perchè la nonna ci ha insegnato che è giusto così, ci sono persone che non hanno niente, è una questione di rispetto.

     

    Poi a un certo punto mi sono chiesto: posso condividere questo con altri?

    Posso fare in modo che lungo questa strada si sia in molti e non solo quattro ribelli vestiti alla buona?

    Ebbene sì, è lì che ho incontrato il Coaching, o meglio ho ritrovato il mio lato Umano.

    E ho iniziato ad applicarlo, scoprendo lentamente che lungo quella strada non siamo in pochi.

    Ma c'è moltissimo da fare.

    Persone, team ed aziende continuano ad accontentarsi di strade scelte per loro da altri: sono follower, quando potrebbero essere Leader di sè stessi, ritrovare la propria Identità e ... forse ... diventare Leader di altri. Ce n'è un gran bisogno.

     

    Questo è oggi lo scopo del mio agire, condividere un percorso mettendo a disposizione la mia esperienza.

    La Missione è forse la cosa più difficile da mettere a fuoco nella vita.

    La mia credo sia quella di far esplodere TALENTI, connettere TALENTI e portarli a terra, affinchè generino risultati impensabili per i singoli, e magari anche a vantaggio del resto del mondo.

    Io chiamo questi esseri che hanno il coraggio di uscire dal paradigma di un destino già scritto, coloro che vogliono prendere in mano il timone del proprio vascello, lasciando il segno in una pagina di storia, gli EROI del terzo millennio.

    Anzi gli eROI, per ricordarmi che scelgono di essere al passo coi tempi ("e" di digitale) e di produrre risultati prima di tutto per sè (ROI, Return on Investment, l'investimento che hanno fatto per innovare sè stessi)

     

    E quando penso alla parola EROI non ho in testa nulla di epico o mitologico.

    Penso a persone comuni, perchè tutti possono intraprendere il proprio viaggio dell'EROE.

    Allora mi tornano in mente le parole di Simon Sinek sul PERCHE'.

    Non mi stanco mai di risentirlo ed emozionarmi. E' linfa per il mio essere, fuoco per il mio agire.

    Forse riuscirò a farlo ascoltare a quante più persone, leader, imprenditori, manager, professionisti, team, aziende, ....

    forse riuscirò a risvegliare in loro lo stesso fuoco, ad aiutarli a mettere a fuoco, a spronarli a ridisegnare la propria rotta

    ... forse

     

    se ci riuscirò, allora sì che avrò dato un SENSO profondo a questa vita.

  • seneca

    La fortuna non esiste ...

    esiste il momento in cui il talento incontra l'opportunità

All Posts
×